Primi giorni

Ci siamo ufficialmente trasferiti a Milano, anche se nella foga del trasloco non abbiamo visto molto a parte il nostro quartiere e la tangenziale. Non so quanto impiegherò ad andare in deficit da campagna e verde, ma credo molto poco. Nel frattempo, mi sono dovuta già ricredere su alcuni miei preconcetti, in particolare sui milanesi. Ok, io vengo dalla provincia di Cuneo, dove il più delle volte, se ti va bene le persone che conosci ti passano davanti senza salutarti, se va male cercano di investirti.

Insomma non mi aspettavo che i milanesi fossero così tanto socievoli. Per me che ho la socialità di un grizzly in menopausa, anche troppo.

Per esempio, sotto casa.

-Ooohhh macchecarinaaaaaa, quanto ha? Come si chiama?

-Ha sette mesi…si chiama Zoe.

-Ahhhh Joeeeee (?) ma va ancora a latte?

-Ho provato il gasolio ma la mattina non mi partiva

-Aaahh ammmoreee, non c’è niente da fare, le femminucce sono troppo più belle dei maschietti!

-Ah certo….senta mi scusi, non è che potremmo toglierci da in mezzo alla strada?

 

In panetteria, in coda con altre tre persone.

-Mi da due di quei bocconcini…cosa sono, integrali?

-Ai cereali e semi! Se ha problemi di corpo questi sono un toccasana per l’intestino! Come va in bagno? Tutto a posto?

-Ahem, tutto a posto grazie.

 

Con la vicina 84enne del piano di sotto (qui devo ammettere che me la sono cercata).

Driin.

-Salve signora mi scusi ma quello stordito del mio compagno ha sbattuto la tovaglia fuori dalla finestra con dentro il bavaglino di Zoe che è atterrato sulla sua fioriera. Le spiace?

-Ah prego prego si accomodi, si sieda un attimo.

-Ma veramen…

-Allora come vi trovate qui? Come sta la Zoe? Eh sa io vivo qui con mia sorella, non sta tanto bene, ma lo sa che mio papà è venuto di 101 anni? Vivevamo tutti qui, cinque fratelli e i miei genitori, e poi noi non ci siamo sposate, io volevo insegnare ma non ho potuto fare l’università, ma lei è piemontese?

-Si. Ma prima ho vissuto in Inghilterra. Scusi ma dovrei and…

-Ah io sono stata a Londra, adesso c’è anche il sindaco mussulmano, invece mia nipote abita in Toscana, fanno anche l’olio. Qui ci siamo solo io e mia sorella, e poi ci sono tutte le nostre cose perché io non butto via niente e ho conservato tutti i pezzi di carta scritti da mia mamma… [to be continued].

 

In compenso ora quando torno dalle mie parti, mi sembrano tutti stronzi.

Photo: Francesco Volpi

Annunci

2 thoughts on “Primi giorni

    • Ti dirò che nonostante i pregiudizi inizialia anche a me sta piacendo, la sto trovando meno grigia di Londra e pure di Torino. Certo, forse dovrei evitare di andare in piscina all’idroscalo la domenica pomeriggio, ma quello fa parte del mio masochismo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...