Waiting for you

Ebbene dunque. A meno tre giorni dalla scadenza, qui non si fanno progressi, se escludiamo un sogno molto inquietante sulla nana che mi si presentava con sembianze in parte umane, in parte feline e in parte da mini pony (ovvero faccia pelosa con le orecchie e capelli color arcobaleno).

 
Detto chiaro e tondo: ne ho le palle piene. Della vescica che perde ogni trenta secondi, della pancia da Buddha, dei crampi mattutini. Cara bestiolina, qui bisogna parlarsi chiaro: NON puoi ritardare di un’altra settimana, a meno che tu non mi voglia chiusa in un istituto psichiatrico.
D’altra parte, più leggo i racconti di parto (inizio a capire quel ginecologo che disse che i forum femminili andrebbero trattati al pari dei siti che inneggiano alla jihad) o i sistemi per stimolare il travaglio (purghe fasciste, fare 20 volte le scale eccetera), più mi passa la voglia e penso che forse è meglio se se ne sta ancora un po’ nei suoi appartamenti.

 
Chissà come sarà. Chissà se ci piaceremo. Leggo spesso di questo presunto innamoramento che scatta tra madre e neonato dopo la nascita e già mi viene l’ansia da prestazione. Sarò abbastanza innamorata?

Annunci

2 thoughts on “Waiting for you

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...