Insomnia

Ultimamente mi capita di dormire poco. Non so se sia colpa della pancia, o il pensiero fisso che tra un paio di settimane nulla sarà più come prima. Né la mia vita, né il mio corpo, né il mio tempo. Mi sembra di essere sull’orlo di un precipizio pronta a saltare e a lasciarmi alle spalle ciò che ero, ciò che sono stata per 25 anni.

 
Guardo i poster e le foto nella mia stanza – rimasta uguale in tutti questi anni, museo intonso dei miei anni più intensi, caldi, pieni. Le foto di quando ero bambina, con i ricci disordinati che sono gli stessi di adesso. I poster dei Blink, dei Doors, dei Nirvana e le locandine dei film. E davvero, sembra un film. Un film sulla vita di qualcun altro.

 
Uno potrebbe dire di aver avuto nove mesi per abituarsi all’idea di dover prendere decisioni per un altro essere umano e caricarsi sulle spalle le responsabilità e i rischi che comporta mettere al mondo qualcuno. La realtà è che nove mesi non bastano, forse non basta nemmeno una vita intera.

 
Nella mia testa adesso c’è di tutto. Voglia di fare e di aspettare. Paura. Impazienza. Emozione. C’è l’estate che sta finendo per lasciare il posto ad una nuova stagione. Un cocktail di sentimenti che aspetta solamente di esplodere.
Chissà se sarà davvero un nuovo inizio. Forse sarà solo la chiusura di un cerchio.

Photo: Ana Sofia Guerreirinho

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...